R. Rossini Favretti: Il linguaggio della 'Teoria generale'