Il celtico d'Italia: vecchie certezze e nuove acquisizioni