Risposta al Centro studi dell'Ordinariato militare