Le rocce delle formazioni della Maiolica e del Nummulitico, appartenenti alla Successione Toscana non metamorfica, sono state ampiamente utilizzate in epoca medievale per la costruzione delle chiese della bassa valle del fiume Serchio, nella zona compresa tra Borgo a Mozzano e Ponte a Moriano. In questo lavoro viene fornita una descrizione mineralogica e petrografica delle diverse varietà di rocce impiegate, ne vengono definite le principali proprietà fisiche e formulate ipotesi sulla loro provenienza. Nell’area in studio, le Formazioni della Maiolica e del Nummulitico sono costituite da rocce calcaree, più o meno pure. La composizione dei campioni è data dalla somma di una componente carbonatica predominante e di una componente terrigena, che è più abbondante nei campioni di Maiolica. La componente terrigena è costituita da quarzo e, subordinatamente, da fillosilicati e ossidi ed idrossidi di ferro. La porosità delle rocce è generalmente bassa (in media 1% in volume), mentre la resistenza meccanica alla compressione è piuttosto variabile, decresce salendo nella successione stratigrafica ed è correlata positivamente con il contenuto di fillosilicati.

LE PIETRE DELL’EDILIZIA MEDIEVALE PISANA E LUCCHESE (TOSCANA OCCIDENTALE). 5 - LA MAIOLICA ED IL NUMMULITICO DELLA BASSA VALLE DEL FIUME SERCHIO

FRANZINI, MARCO;GIONCADA, ANNA;LEZZERINI, MARCO
2007

Abstract

Le rocce delle formazioni della Maiolica e del Nummulitico, appartenenti alla Successione Toscana non metamorfica, sono state ampiamente utilizzate in epoca medievale per la costruzione delle chiese della bassa valle del fiume Serchio, nella zona compresa tra Borgo a Mozzano e Ponte a Moriano. In questo lavoro viene fornita una descrizione mineralogica e petrografica delle diverse varietà di rocce impiegate, ne vengono definite le principali proprietà fisiche e formulate ipotesi sulla loro provenienza. Nell’area in studio, le Formazioni della Maiolica e del Nummulitico sono costituite da rocce calcaree, più o meno pure. La composizione dei campioni è data dalla somma di una componente carbonatica predominante e di una componente terrigena, che è più abbondante nei campioni di Maiolica. La componente terrigena è costituita da quarzo e, subordinatamente, da fillosilicati e ossidi ed idrossidi di ferro. La porosità delle rocce è generalmente bassa (in media 1% in volume), mentre la resistenza meccanica alla compressione è piuttosto variabile, decresce salendo nella successione stratigrafica ed è correlata positivamente con il contenuto di fillosilicati.
Franzini, Marco; Gioncada, Anna; Lezzerini, Marco
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11568/199104
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 4
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact