La figura di Archimede in Cicerone, in Posidonio e nell'Antiquaria siciliana