Vivere la differenza: come la città ridisegna sé stessa in una prospettiva cosmopolita