La responsabilità del giudice in età classica, tra negligenza e corruzione