Obiettivi: le strategie di coping e l'affettività risultano associate a distress nella condizione oncologica. Alcuni studi, inoltre, hanno mostrato una relazione tra affettività negativa (AN) e positiva (AP) con gli stili di coping. Un crescente numero di ricerche ha proposto modelli mediazionali per spiegare le interrelazioni tra l'affettività, le strategie di coping e il distress psicologico. Questi studi, però, mostrano risultati controversi relativamente alla direzione della mediazione e tutti hanno utilizzato misure di affettività di tratto. Il presente studio si è posto l'obiettivo di indagare il tipo di relazione tra queste variabili in un campione di pazienti con malattia oncologica. In particolare, si è ipotizzato un modello mediazionale in cui l'affettività di stato medi la relazione tra strategie di coping e distress psicologico. Metodi: hanno partecipato allo studio 100 pazienti affetti da cancro (82% femmine). Le strategie di coping, l’AP, l’AN e il distress psicologico sono stati misurati rispettivamente attraverso il COPE, la Positive Affect Negative Affect Scale e la Hospital Anxiety Depression Scale. Risultati e conclusioni: i risultati hanno mostrato che l'affettività di tratto media la relazione tra alcune strategie di coping adattive, come la Pianificazione, l'Umorismo e la Ristrutturazione Positiva, e il distress psicologico, evidenziando un ruolo differente per l'AP e l'AN.Il disegno mediazionale emerso mostra che le strategie di coping predicono l'affettività legata alla condizione oncologica che determina distress suggerendo che un modo per prevenire il disagio psicologico nei pazienti con cancro potrebbe essere quello di intervenire sulle strategie di coping capaci di incrementare l'AP.

L’affettività come mediatrice della relazione tra coping e distress in pazienti con cancro

BERNINI, OLIVIA;BERROCAL MONTIEL, CARMEN
2013

Abstract

Obiettivi: le strategie di coping e l'affettività risultano associate a distress nella condizione oncologica. Alcuni studi, inoltre, hanno mostrato una relazione tra affettività negativa (AN) e positiva (AP) con gli stili di coping. Un crescente numero di ricerche ha proposto modelli mediazionali per spiegare le interrelazioni tra l'affettività, le strategie di coping e il distress psicologico. Questi studi, però, mostrano risultati controversi relativamente alla direzione della mediazione e tutti hanno utilizzato misure di affettività di tratto. Il presente studio si è posto l'obiettivo di indagare il tipo di relazione tra queste variabili in un campione di pazienti con malattia oncologica. In particolare, si è ipotizzato un modello mediazionale in cui l'affettività di stato medi la relazione tra strategie di coping e distress psicologico. Metodi: hanno partecipato allo studio 100 pazienti affetti da cancro (82% femmine). Le strategie di coping, l’AP, l’AN e il distress psicologico sono stati misurati rispettivamente attraverso il COPE, la Positive Affect Negative Affect Scale e la Hospital Anxiety Depression Scale. Risultati e conclusioni: i risultati hanno mostrato che l'affettività di tratto media la relazione tra alcune strategie di coping adattive, come la Pianificazione, l'Umorismo e la Ristrutturazione Positiva, e il distress psicologico, evidenziando un ruolo differente per l'AP e l'AN.Il disegno mediazionale emerso mostra che le strategie di coping predicono l'affettività legata alla condizione oncologica che determina distress suggerendo che un modo per prevenire il disagio psicologico nei pazienti con cancro potrebbe essere quello di intervenire sulle strategie di coping capaci di incrementare l'AP.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11568/208767
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact