“Quale e quanta filosofia può sopportare il kerygma cristiano?”