La figura del Priore della chiesa conventuale dell'ordine di Santo Stefano ha rappresentato il punto di partenza per dare il via ad uno studio su di un'altra carica molto importante, quella di Provveditore dello Studio generale di Pisa. Per circa due secoli, infatti, dal 1575 al 1808, andavano a sommarsi nel medesimo titolare la responsabilità di provveditore dello Studio pisano e di priore della chiesa conventuale dell'ordine di Santo Stefano. Il volume che contiene questi quattro saggi è volto a ricostruire i presupposti e le procedure delle nomine dei priori-provveditori che si sono avvicendati nell'incarico.

Alessandro Minerbetti (1647-1652), Francesco Maria Zati (1652-1659), Filippo Magalotti (1655-1657), Giovanni Battista Quaratesi (1657-1662)

AGLIETTI, MARCELLA
1999

Abstract

La figura del Priore della chiesa conventuale dell'ordine di Santo Stefano ha rappresentato il punto di partenza per dare il via ad uno studio su di un'altra carica molto importante, quella di Provveditore dello Studio generale di Pisa. Per circa due secoli, infatti, dal 1575 al 1808, andavano a sommarsi nel medesimo titolare la responsabilità di provveditore dello Studio pisano e di priore della chiesa conventuale dell'ordine di Santo Stefano. Il volume che contiene questi quattro saggi è volto a ricostruire i presupposti e le procedure delle nomine dei priori-provveditori che si sono avvicendati nell'incarico.
Aglietti, Marcella
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11568/235612
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact