Piante come “trappole” per la CO2, alla luce delle crescenti preoccupazioni legate all'aumento di concentrazione di questo gas ed alle conseguenze ambientali ad esso associate (“effetto serra”) Si stima che vi sia una sorta di equilibrio di massima tra la quantità di CO2 prodotta annualmente da un abitante di una metropoli (3,3 t all’anno) e quella parallelamente assorbita da un ettaro di foresta mediterranea (3,7 t all’anno)

Piante e benessere umano

NALI, CRISTINA
2013

Abstract

Piante come “trappole” per la CO2, alla luce delle crescenti preoccupazioni legate all'aumento di concentrazione di questo gas ed alle conseguenze ambientali ad esso associate (“effetto serra”) Si stima che vi sia una sorta di equilibrio di massima tra la quantità di CO2 prodotta annualmente da un abitante di una metropoli (3,3 t all’anno) e quella parallelamente assorbita da un ettaro di foresta mediterranea (3,7 t all’anno)
Nali, Cristina
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11568/242548
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact