Da chiese e conventi a musei e pinacoteche: il patrimonio culturale delle Marche dopo il 1860