Introduzione. La broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) è una malattia caratterizzata da una progressiva ostruzione delle vie respiratorie non completamente reversibile e da una particolare risposta infiammatoria dei polmoni agli agenti infettivi, ai gas e alle particelle sospese in atmosfera. Obiettivi. Stimare la prevalenza della BPCO nella provincia di Brindisi nel 2005 attraverso le schede di dimissione ospedaliera (SDO) e il registro nominativo della cause dimorte (RENCAM) seguendo un approccio longitudinale. Metodi. La popolazione in studio è rappresentata dai residenti nella provincia di Brindisi suddivisa in tre aree: Comune di Brindisi, Comuni dell’area a rischio di crisi ambientale (considerata senza il capoluogo) e resto della provincia. Casi prevalenti sono stati definiti i residenti nella provincia di Brindisi ricoverati dimessi con diagnosi principale di BPCO e i deceduti per BPCO, selezionati dai registri delle SDO e dai registri del RENCAMmediante i codici 490, 491, 492, 494 e 496 della classificazione internazionale delle malattie 9° revisione (ICD9-CM). In caso di ricoveri multipli riferiti allo stesso soggetto, si è selezionato il primo. Per il calcolo della prevalenza, ai casi SDOosservati nell’anno di stima e nei quattro anni precedenti, se ancora vivi all’1 gennaio dell’anno di stima, sono stati aggiunti i deceduti nell’anno di stima che non abbiano avuto nessun ricovero nei 5 anni. Sono stati calcolati per area e sesso: i tassi grezzi e standardizzati per 100 residenti con intervallo di confidenza al 95%di significatività e il rapportoUomini/Donne (U/D) delTS di prevalenza. Risultati. Per la provincia di Brindisi, per l’anno 2005, ilTS per i maschi è 8,44 per 100 residenti (IC95% 8,29-8,60) e per le donne 5,24 (IC95% 5,12-5,36). Sia per gli uomini sia per le donne, la prevalenzamaggiore è stata osservata nell’area a rischio (TS 9,87; IC95% 9,31-10,42 per i maschi; TS 6,43; IC95% 5,98-6,87 per le donne). A Brindisi si è osservato il rapportoU/Dpiù basso (1,34) rispetto alle restanti aree della provincia. Conclusioni. I risultati di questo studiomostrano una prevalenza di BPCO più elevata tra i residenti in provincia di Brindisi rispetto a quanto osservato in altre aree italiane e in letteratura. Anche per la provincia di Brindisi si osservano tassi maggiori tra gli uomini. E’ da approfondire il rapportoU/Dosservato a Brindisi. Lo studio longitudinale è un approccio efficace per la stima di BPCO, ancor di più quando sono disponibili anche i dati sul consumo di farmaci.Questo è il limite principale dello studio che è, tuttavia, il primo lavoro che presenta, per la provincia di Brindisi, la stima della prevalenza di BPCObasata su dati sanitari correnti.

Stima della prevalenza di broncopneumopatia cronico ostruttiva (BPCO) nella provincia di Brindisi. studio longitudinale

VIGOTTI, MARIA ANGELA;
2012

Abstract

Introduzione. La broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) è una malattia caratterizzata da una progressiva ostruzione delle vie respiratorie non completamente reversibile e da una particolare risposta infiammatoria dei polmoni agli agenti infettivi, ai gas e alle particelle sospese in atmosfera. Obiettivi. Stimare la prevalenza della BPCO nella provincia di Brindisi nel 2005 attraverso le schede di dimissione ospedaliera (SDO) e il registro nominativo della cause dimorte (RENCAM) seguendo un approccio longitudinale. Metodi. La popolazione in studio è rappresentata dai residenti nella provincia di Brindisi suddivisa in tre aree: Comune di Brindisi, Comuni dell’area a rischio di crisi ambientale (considerata senza il capoluogo) e resto della provincia. Casi prevalenti sono stati definiti i residenti nella provincia di Brindisi ricoverati dimessi con diagnosi principale di BPCO e i deceduti per BPCO, selezionati dai registri delle SDO e dai registri del RENCAMmediante i codici 490, 491, 492, 494 e 496 della classificazione internazionale delle malattie 9° revisione (ICD9-CM). In caso di ricoveri multipli riferiti allo stesso soggetto, si è selezionato il primo. Per il calcolo della prevalenza, ai casi SDOosservati nell’anno di stima e nei quattro anni precedenti, se ancora vivi all’1 gennaio dell’anno di stima, sono stati aggiunti i deceduti nell’anno di stima che non abbiano avuto nessun ricovero nei 5 anni. Sono stati calcolati per area e sesso: i tassi grezzi e standardizzati per 100 residenti con intervallo di confidenza al 95%di significatività e il rapportoUomini/Donne (U/D) delTS di prevalenza. Risultati. Per la provincia di Brindisi, per l’anno 2005, ilTS per i maschi è 8,44 per 100 residenti (IC95% 8,29-8,60) e per le donne 5,24 (IC95% 5,12-5,36). Sia per gli uomini sia per le donne, la prevalenzamaggiore è stata osservata nell’area a rischio (TS 9,87; IC95% 9,31-10,42 per i maschi; TS 6,43; IC95% 5,98-6,87 per le donne). A Brindisi si è osservato il rapportoU/Dpiù basso (1,34) rispetto alle restanti aree della provincia. Conclusioni. I risultati di questo studiomostrano una prevalenza di BPCO più elevata tra i residenti in provincia di Brindisi rispetto a quanto osservato in altre aree italiane e in letteratura. Anche per la provincia di Brindisi si osservano tassi maggiori tra gli uomini. E’ da approfondire il rapportoU/Dosservato a Brindisi. Lo studio longitudinale è un approccio efficace per la stima di BPCO, ancor di più quando sono disponibili anche i dati sul consumo di farmaci.Questo è il limite principale dello studio che è, tuttavia, il primo lavoro che presenta, per la provincia di Brindisi, la stima della prevalenza di BPCObasata su dati sanitari correnti.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11568/245348
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact