Gino Capponi, Giovan Pietro Vieusseux e la cultura liberal-costituzionale spagnola