Dopo la rivoluzione: l’esilio in Corsica di F.C. Marmocchi (1849-1852)