Magistrature italiche e magistrature municipali: continuità o frattura?