I ceti dominanti in Italia tra Medioevo ed età moderna: continuità e mutamenti