Il tema della legittimazione all’esercizio dei diritti sociali nella s.p.a. ha subito con il tempo un profondo mutamento in una duplice ed ambivalente direzione: da un lato, si è sensibilmente emancipato dai tradizionali principi che informano il diritto cartolare; dall’altro, ha sperimentato e consolidato un procedimento di diversificazione degli indici sulla base della tecnica di rappresentazione dell’azione di volta in volta prescelta. Di rilevante importanza risulta, quindi, la corretta individuazione dei presupposti attualmente costitutivi dello status socii, la cui evidenza è oscurata da un apparato normativo contorto in cui disciplina generale e disciplina speciale si compenetrano, offrendo soluzioni diversificate non solo tra una tecnica azionaria e l’altra, ma anche all’interno del medesimo modello di rappresentazione della partecipazione. In particolare, il problema si pone con maggior insistenza in relazione ai due regimi – quale quello cartolare e quello scritturale – nei confronti dei quali la suddetta evoluzione ha mostrato più vigorosamente i suoi effetti. Per questo motivo, l’analisi si concentrerà su tali modelli e non indugerà sul sistema delineato dalla tecnica azionaria della mancata emissione dei titoli, in cui l’unico mutamento prodotto, ai fini che qui rilevano, è consistito nell’espresso riconoscimento di quella funzione legittimante dell’iscrizione nel libro dei soci che prima della novella del 2003 poteva ritenersi sussistente (già) in via interpretativa.

Indici di legittimazione e tecniche azionarie: nuove soluzioni per vecchi problemi tra cartolarità e dematerializzazione

KUTUFA', ILARIA
2013

Abstract

Il tema della legittimazione all’esercizio dei diritti sociali nella s.p.a. ha subito con il tempo un profondo mutamento in una duplice ed ambivalente direzione: da un lato, si è sensibilmente emancipato dai tradizionali principi che informano il diritto cartolare; dall’altro, ha sperimentato e consolidato un procedimento di diversificazione degli indici sulla base della tecnica di rappresentazione dell’azione di volta in volta prescelta. Di rilevante importanza risulta, quindi, la corretta individuazione dei presupposti attualmente costitutivi dello status socii, la cui evidenza è oscurata da un apparato normativo contorto in cui disciplina generale e disciplina speciale si compenetrano, offrendo soluzioni diversificate non solo tra una tecnica azionaria e l’altra, ma anche all’interno del medesimo modello di rappresentazione della partecipazione. In particolare, il problema si pone con maggior insistenza in relazione ai due regimi – quale quello cartolare e quello scritturale – nei confronti dei quali la suddetta evoluzione ha mostrato più vigorosamente i suoi effetti. Per questo motivo, l’analisi si concentrerà su tali modelli e non indugerà sul sistema delineato dalla tecnica azionaria della mancata emissione dei titoli, in cui l’unico mutamento prodotto, ai fini che qui rilevano, è consistito nell’espresso riconoscimento di quella funzione legittimante dell’iscrizione nel libro dei soci che prima della novella del 2003 poteva ritenersi sussistente (già) in via interpretativa.
Kutufa', Ilaria
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
KUTUFA' I. Indici di legittimazione (ER).pdf

solo utenti autorizzati

Tipologia: Versione finale editoriale
Licenza: Importato da Ugov Ricerca - Accesso privato/ristretto
Dimensione 827.96 kB
Formato Adobe PDF
827.96 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11568/285139
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact