La metamorfosi dell'art. 2103 c.c.: trasferimento del lavoratore ed oneri «occulti»