Le figure giuridiche soggettive e i fantasmi della libertà