La questione della persistenza di sacche di corruzione sistemica, sconosciute ad altri Paesi liberaldemocratici con equivalenti livelli di sviluppo, è entrata prepotentemente nel discorso pubblico dopo l’avvio delle inchieste di ‘mani pulite’, all’inizio degli anni Novanta, come una tra le componenti di un’ipotizzata anomalia italiana. Questo contributo si propone di fornire una cornice interpretativa per inquadrare l’evoluzione del fenomeno, prendendo in considerazione sia le macrovariabili, di natura politico-istituzionale, culturale, economica che hanno alimentato le reti di scambio occulto tra amministratori pubblici e imprenditori, sia i meccanismi di regolazione ‘interna’ che ne hanno garantito la stabilità.

La corruzione tra politica e mercato

VANNUCCI, ALBERTO
2015

Abstract

La questione della persistenza di sacche di corruzione sistemica, sconosciute ad altri Paesi liberaldemocratici con equivalenti livelli di sviluppo, è entrata prepotentemente nel discorso pubblico dopo l’avvio delle inchieste di ‘mani pulite’, all’inizio degli anni Novanta, come una tra le componenti di un’ipotizzata anomalia italiana. Questo contributo si propone di fornire una cornice interpretativa per inquadrare l’evoluzione del fenomeno, prendendo in considerazione sia le macrovariabili, di natura politico-istituzionale, culturale, economica che hanno alimentato le reti di scambio occulto tra amministratori pubblici e imprenditori, sia i meccanismi di regolazione ‘interna’ che ne hanno garantito la stabilità.
Vannucci, Alberto
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11568/522491
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact