Agresto dell’Amiata: dalla tradizione all’innovazione