Equo canon e geografia urbana: il caso di Pisa