Un paese troppo stretto? A proposito di un libro di Raul Merzario