Il valore sapienziale del metodo assiomatico