Gli studi critici sul Pastore dopo la pubblicazione di PBodmer XXXVIII e la presenza delle Visioni di Erma nei testi poetici del Codex Visionum