Bergson e la non-intenzionalità della coscienza. Riflessioni sulla critica sartriana all'inespressività spirituale