Nell'interpretazione delle S.U. civili, la rinuncia agli atti del processo civile ex art. 75, c.p.p. disciplina una situazione di litispendenza, in cui la chiusura del processo civile non è automatica bensì deve essere dichiarata dal giudice. Analisi del ragionamento seguito dalla Cassazione e delle sue implicazioni pratiche.

Le Sezioni Unite si pronunciano sulla rinuncia agli atti del giudizio civile per "trasferimento" dell'azione civile nel processo penale

ZUMPANO, MARIA ANGELA
2014

Abstract

Nell'interpretazione delle S.U. civili, la rinuncia agli atti del processo civile ex art. 75, c.p.p. disciplina una situazione di litispendenza, in cui la chiusura del processo civile non è automatica bensì deve essere dichiarata dal giudice. Analisi del ragionamento seguito dalla Cassazione e delle sue implicazioni pratiche.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11568/707463
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact