La tragedia della "fame" tra realtà storica e realtà magica