L’autorità di vigilanza deve verificare la quotazione di “determinate società”