Il medico ospedaliero di fronte al rifiuto del paziente a sottoporsi a trattamenti diagnostici e terapeutici.