La crisi ha trasformato la Spagna da caso di successo dell’UE a minaccia per la stabilità dell’euro. Il successo, alla luce delle caratteristiche della crescita che l’ha generato, si è ri- velato insostenibile. La minaccia, invece, sembra oggi meno grave, grazie anche al rapi- do miglioramento della competitività di costo e allo sgonfiamento della bolla immobiliare; dall’estate 2013 l’economia è tornata ad avanzare. Tuttavia, lo spettro della deflazione e l’elevata disoccupazione rimangono importanti incognite sulla strada della sostenibilità del debito e della ripresa.

Spagna: segnali di ripresa, ma ancora poco lavoro

SYLOS LABINI, MAURO
2014

Abstract

La crisi ha trasformato la Spagna da caso di successo dell’UE a minaccia per la stabilità dell’euro. Il successo, alla luce delle caratteristiche della crescita che l’ha generato, si è ri- velato insostenibile. La minaccia, invece, sembra oggi meno grave, grazie anche al rapi- do miglioramento della competitività di costo e allo sgonfiamento della bolla immobiliare; dall’estate 2013 l’economia è tornata ad avanzare. Tuttavia, lo spettro della deflazione e l’elevata disoccupazione rimangono importanti incognite sulla strada della sostenibilità del debito e della ripresa.
SYLOS LABINI, Mauro
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11568/753333
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact