Gli autori riferiscono 5 casi di tumore della tibia distale trattati mediante resezione e ricostruzione tramite innesto autoplastico e artrodesi tibio-tarsale con fissaggio attraverso un chiodo di Kuntscher o una placca. Questo tipo di chirurgia è indicato per il trattamento di tumori benigni, di pseudotumori aggressivi (stadio 3 del sistema di Enneking), o per tumori maligni dello stadio 1A o 2A del sistema di Enneking. La complicazione più frequente è stata l’infezione (2 casi su 5, entrambi curati dopo pulizia chirurgica). I risultati funzionali a lungo termine sono stati buoni in tutti i casi, e non ci sono state pseudoartrosi né recidive.

Resezione della tibia distale per tumore osseo

CAPANNA, RODOLFO;
1987

Abstract

Gli autori riferiscono 5 casi di tumore della tibia distale trattati mediante resezione e ricostruzione tramite innesto autoplastico e artrodesi tibio-tarsale con fissaggio attraverso un chiodo di Kuntscher o una placca. Questo tipo di chirurgia è indicato per il trattamento di tumori benigni, di pseudotumori aggressivi (stadio 3 del sistema di Enneking), o per tumori maligni dello stadio 1A o 2A del sistema di Enneking. La complicazione più frequente è stata l’infezione (2 casi su 5, entrambi curati dopo pulizia chirurgica). I risultati funzionali a lungo termine sono stati buoni in tutti i casi, e non ci sono state pseudoartrosi né recidive.
Ruggieri, P; Capanna, Rodolfo; Biagini, R; Casadei, R; Campanacci, M.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11568/801620
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact