Underground architecture harks back to an idea of protective space, which over the course of time has evolved from the reuse of existing places into an "urban" conception of the ground beneath our feet. In some ways this is similar to the approach taken by other creatures. And this comparison son has already been suggested by bernard Rudofsky.

L'architettura ipogea rimanda a un'idea di spazio protettiva, che nel tempo si è evoluta da riuso di luoghi esistenti fino a una concezione "urbana" del sottosuolo, non lontana da quella adottata da altre creature animali. Un parallelismo già suggerito da Bernard Rudofsky.

Abitare nella tana del coniglio / Living down a Rabbit Hole

BOSCHI, ANTONELLO
2016-01-01

Abstract

L'architettura ipogea rimanda a un'idea di spazio protettiva, che nel tempo si è evoluta da riuso di luoghi esistenti fino a una concezione "urbana" del sottosuolo, non lontana da quella adottata da altre creature animali. Un parallelismo già suggerito da Bernard Rudofsky.
Boschi, Antonello
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Abitare_tana_coniglio_ Living_down_Rabbit_Hole.pdf

solo utenti autorizzati

Tipologia: Versione finale editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - accesso privato/ristretto
Dimensione 2.74 MB
Formato Adobe PDF
2.74 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11568/809979
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact