Comicità e censura: lo smascheramento profanante dell'attore satirico