All’interno del Moderno radicale italiano, Giuseppe Terragni risulta il più legato all’esperienza delle avanguardie europee e a tecniche compositive che inclinano verso i principi dell’astrazione, decostruendo i propri edifici in strati fatti di materiali, significati sintattici ed elementi architettonici diversi, che congiurano tutti al raggiungimento di un delicato ed instabile equilibrio tra “valori plastici” e dissoluzione della figura architettonica. A dimostrarlo due progetti dell’ultima stagione del maestro lariano, due edifici nei quali la sovrapposizione tra uno dei linguaggi moderni più dissonanti e le misure d’impianto della Como romana raggiunge livelli di assoluta drammaticità: l’edificio della Cortesella e il “restauro” di Casa Vietti.

Cartoline da un’altra Como. Due progetti urbani di Terragni

LANINI, LUCA
2016

Abstract

All’interno del Moderno radicale italiano, Giuseppe Terragni risulta il più legato all’esperienza delle avanguardie europee e a tecniche compositive che inclinano verso i principi dell’astrazione, decostruendo i propri edifici in strati fatti di materiali, significati sintattici ed elementi architettonici diversi, che congiurano tutti al raggiungimento di un delicato ed instabile equilibrio tra “valori plastici” e dissoluzione della figura architettonica. A dimostrarlo due progetti dell’ultima stagione del maestro lariano, due edifici nei quali la sovrapposizione tra uno dei linguaggi moderni più dissonanti e le misure d’impianto della Como romana raggiunge livelli di assoluta drammaticità: l’edificio della Cortesella e il “restauro” di Casa Vietti.
Lanini, Luca
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
ccm_13.pdf

solo utenti autorizzati

Descrizione: pdf
Tipologia: Versione finale editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 842.32 kB
Formato Adobe PDF
842.32 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11568/818846
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact