Fatti e misfatti nell’interpretazione dell’art. 18 dello statuto dei lavoratori