Le pagine offrono il risultato di un’interpretazione complessiva di Platone modulata nella polarità oggi molto discussa in critica letteraria fra il riccio e la volpe. La produzione di Platone, accostata da Isaac Berlin al riccio perché per lo più chiusa nello steccato di un sistema, rivela in realtà il profilo che distingue la volpe: gioco e poikilia, fine caratterizzazione dei personaggi, dinamica fra mimesis e diegesis, rapporto sempre fertile con la tradizione letteraria del passato, con Omero, Tucidide, la lirica e il dramma.

Astuzia e forma letteraria: Platone

TULLI, MAURO
2016

Abstract

Le pagine offrono il risultato di un’interpretazione complessiva di Platone modulata nella polarità oggi molto discussa in critica letteraria fra il riccio e la volpe. La produzione di Platone, accostata da Isaac Berlin al riccio perché per lo più chiusa nello steccato di un sistema, rivela in realtà il profilo che distingue la volpe: gioco e poikilia, fine caratterizzazione dei personaggi, dinamica fra mimesis e diegesis, rapporto sempre fertile con la tradizione letteraria del passato, con Omero, Tucidide, la lirica e il dramma.
Tulli, Mauro
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Riccio.pdf

solo utenti autorizzati

Tipologia: Versione finale editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 4.38 MB
Formato Adobe PDF
4.38 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11568/839364
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact