Art. 18 e continuità giuridica del rapporto: conferme sul potere del datore di rilicenziare