Giulio Alessio: per una rivalutazione della scuola lombardo-veneta