Il problema della beneficenza nel pensiero di alcuni toscani della seconda generazione