Trapanazione a scopo terapeutico: un caso medievale dalla Toscana