La rivoluzione marginalista nelle scienze sociali: alcune osservazioni