"Folle è il mio aspetto e la mia indole è sfrenata". Dialogo con Vladimir Erl'