Immagini, sintomi, tracce. La fisiognomica tra storia e sociologia