Recensione a G. Guglielmi, Critica del nonostante