l'articolo mprende spunto dal "rinvenimento" di un cippo marmoreio iscritto databile alla prima metà del V sec. a.C. attuaslmente usato come sostegno di acquasantiera nella chiesa di Arena. Poiché la formula onomastica è relativa ad un cittadino di origine subalterna inserito secondariamente nella compagine dei cittadini di pieno diritto, si ipotizza un fenomeno di integrazione sociale degli abitanti delle campagne allo scopo di salvaguardare le zone più esposte del territorio.

Problemi degli Etruschi di confine: a proposito di una nuova iscrizione pisana

BONAMICI, MARISA
1989

Abstract

l'articolo mprende spunto dal "rinvenimento" di un cippo marmoreio iscritto databile alla prima metà del V sec. a.C. attuaslmente usato come sostegno di acquasantiera nella chiesa di Arena. Poiché la formula onomastica è relativa ad un cittadino di origine subalterna inserito secondariamente nella compagine dei cittadini di pieno diritto, si ipotizza un fenomeno di integrazione sociale degli abitanti delle campagne allo scopo di salvaguardare le zone più esposte del territorio.
Bonamici, Marisa
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11568/9269
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact