Da Varsavia a Varsavia. Alcune osservazioni sulle due "traduzioni immaginarie" dal polacco (1944) di Franco Fortini