Il contributo analizza il problema relativo alla rilevanza del difetto di data certa della scrittura privata nell'ambito del giudizio di revocatoria fallimentare. In particolare, l'obiettivo del lavoro è quello di analizzare se il difetto di data certa sia - nell'ambito della fattispecie del diritto fatto valere - elemento costitutivo ovvero un fatto a rilievo estintivo, impeditivo o modificativo; e, una volta concluso nel senso che si è dinanzi a una eccezione, se quest'ultima sia in senso stretto oppure rilevabile anche d'ufficio.

Revocatoria di rimesse in conto corrente e difetto di data certa

Campione Francesco
2015-01-01

Abstract

Il contributo analizza il problema relativo alla rilevanza del difetto di data certa della scrittura privata nell'ambito del giudizio di revocatoria fallimentare. In particolare, l'obiettivo del lavoro è quello di analizzare se il difetto di data certa sia - nell'ambito della fattispecie del diritto fatto valere - elemento costitutivo ovvero un fatto a rilievo estintivo, impeditivo o modificativo; e, una volta concluso nel senso che si è dinanzi a una eccezione, se quest'ultima sia in senso stretto oppure rilevabile anche d'ufficio.
Campione, Francesco
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11568/932728
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact