A shelter environment tends to present different types of stressors dogs need to cope with. Recent work has shown that olfactory enrichment with essential oils might be able to modify the affective states of certain species (dogs, cats, horses, zoo animals…). In these studies, the welfare measurements included physiological indicators, such as corticosteroid levels, and/or behaviors related to chronic stress. The olfactory effects of 9 essential oils (Cananga odorata,Cistus ladaniferus, Citrus aurantium, Cupressus sempervirens, Juniperus communis var. Montana, Lavandula angustifolia, Laurus nobilis, Litsea citrata, Pelargonium graveolens) and a blend of these oils were explored on a cognitive bias test, cortisol levels and the behaviors of 110 shelter dogs (n = 10 dogs within each group). Olfactory enrichment with the blend resulted in a reduced latency to the ambiguous cue, indicating a more optimistic bias and improved welfare. The results of this study suggest that olfactory enrichment with essential oils can have specific effects on the affective states and behaviors of shelter dogs, and could therefore be useful for shelter management. In addition, as not all of the essential oils tested individually were effective, more research should be conducted to better understand the effects of each individual essential oils on dogs.

L’ambiente di canile comporta per gli animali diverse forme di stress a cui i cani devono adattarsi. Recenti ricerche hanno dimostrato che l’arricchimento con olii essenziali potrebbe essere in grado di modificare lo stato emozionale di certe specie animali (cani, gatti, animali di zoo..). In questi studi la valutazione del welfare includeva indicatori fisiologici, come ad esempio le concentrazioni di corticosteroidi e/o comportamenti correlati allo stress cronico.L’effetto olfattorio di 9 olii essenziali (Cananga odorata, Cistus ladaniferus, Citrus aurantium, Cupressus sempervirens, Juniperus communis var. montana, Lavandula angustifolia, Laurus nobilis, Litsea citrata, Pelargonium graveolens) e di una miscela di questi olii è stato valutato sui risultati di un “Cognitive bias test”, sui livelli di cortisolo e sul comportamento di 110 cani di canile (n= 10 cani per ogni gruppo).L’arricchimento olfattivo con la miscela di olii ha ridotto la latenza della scelta dello stimolo ambiguo, indicando un pregiudizio ottimistico ed un miglioramento del welfare.I risultati di questo studio suggeriscono che l’arricchimento olfattivo con olii essenziali può avere un effetto specifico sullo stato emozionale e sul comportamento dei cani di canile e potrebbe perciò essere utile nel management di queste strutture.Inoltre, poiché non tutti gli olii testati singolarmente si sono dimostrati efficaci, ulteriori ricerche dovrebbero essere effettuate per comprendere meglio gli effetti dei singoli olii sul cane.

Behavioral and cortisol responses of shelter dogs to a cognitive bias test after olfactory enrichment with essential oils

Mariti, Chiara;Gutierrez, Jara;Gazzano, Angelo;
2018

Abstract

L’ambiente di canile comporta per gli animali diverse forme di stress a cui i cani devono adattarsi. Recenti ricerche hanno dimostrato che l’arricchimento con olii essenziali potrebbe essere in grado di modificare lo stato emozionale di certe specie animali (cani, gatti, animali di zoo..). In questi studi la valutazione del welfare includeva indicatori fisiologici, come ad esempio le concentrazioni di corticosteroidi e/o comportamenti correlati allo stress cronico.L’effetto olfattorio di 9 olii essenziali (Cananga odorata, Cistus ladaniferus, Citrus aurantium, Cupressus sempervirens, Juniperus communis var. montana, Lavandula angustifolia, Laurus nobilis, Litsea citrata, Pelargonium graveolens) e di una miscela di questi olii è stato valutato sui risultati di un “Cognitive bias test”, sui livelli di cortisolo e sul comportamento di 110 cani di canile (n= 10 cani per ogni gruppo).L’arricchimento olfattivo con la miscela di olii ha ridotto la latenza della scelta dello stimolo ambiguo, indicando un pregiudizio ottimistico ed un miglioramento del welfare.I risultati di questo studio suggeriscono che l’arricchimento olfattivo con olii essenziali può avere un effetto specifico sullo stato emozionale e sul comportamento dei cani di canile e potrebbe perciò essere utile nel management di queste strutture.Inoltre, poiché non tutti gli olii testati singolarmente si sono dimostrati efficaci, ulteriori ricerche dovrebbero essere effettuate per comprendere meglio gli effetti dei singoli olii sul cane.
Uccheddu, Stefania; Mariti, Chiara; Sannen, Adinda; Vervaecke, Hilde; Arnout, Heidi; Gutierrez, Jara; Gazzano, Angelo; Haverbeke, Anouck
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11568/933584
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 4
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact